Tenuta Sette Ponti - Oreno Riserva 2003 LT.0,750 - enoteca il battello ebbro

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tenuta Sette Ponti - Oreno Riserva 2003 LT.0,750

Vini-rossi > Toscana
 
TENUTA SETTEPONTI - Oreno Riserva 2003 LT.0,750
SCENARIO
Nella terra del Sangiovese e del Chianti, in quella che Pascoli definiva «Patria d’ambrosie viti», sorge la Tenuta Sette Ponti, non lontano dalla storica città di Arezzo: immersa in un suggestivo paesaggio rurale, attraversato dal torrente Oreno, la Tenuta deve il suo nome ad Antonio F. Moretti, il quale ha voluto rendere omaggio alla cosiddetta via dei Sette Ponti, che collega le sponde del fiume Arno tra Firenze e Arezzo.
L’atmosfera che qui si respira è quella genuina e affascinante d’un tempo, legata alle tradizioni e alla vita mezzadrile, sfiorata qua e là da una evoluzione legata alla tradizione, che non alterano il fascino di una natura semplice e incontaminata.
Non a caso, la bellezza senza tempo di questo paesaggio ha trovato degna celebrazione nei quadri di numerosi pittori: perfino il grande Leonardo da Vinci pare abbia utilizzato scorci di questo memorabile scenario, sullo sfondo de “La Madonna dei Fusi” prima e de “La Gioconda” poi.
VIGNE
Si rimane letteralmente estasiati e conquistati dalla bellezza delle rigogliose terre che circondano la Tenuta: ben 330 ettari di terreno, di cui oltre 50 dimorati a vigneto.
I vigneti della Tenuta non vantano la sola presenza del miglior Sangiovese, ma anche di alcuni grandi “internazionali”, quali Merlot, Cabernet Sauvignon, Petit Verdot, insieme ad una piccola selezione di altre varietà.
La composizione del terreno gioca altresì un ruolo determinante per la qualità del vino: quello della Tenuta Sette Ponti ha una struttura eterogenea, ma ben combinata, di argilla, sabbia, calcare, il galestro tipico del Chianti.
Le vigne sono inoltre situate ad un’altitudine di circa 300 metri sul livello del mare.
CANTINE
Se l’atmosfera che si respira tutto intorno alla Tenuta Sette Ponti richiama la modestia della vita agreste e rurale d’un tempo, la cantina, il cuore pulsante della proprietà Moretti, risponde alle più moderne esigenze tecnologiche e alla massima ricerca della qualità.
I vini, prodotti con la consulenza di tecnici interni all’azienda supportati da un’equipe di consulenti esterni, sono affinati in fusti di pregiato rovere francese, che donano colori intensi, sapori armoniosi, rotondità e note speziate.
I metodi di vinificazione sono scrupolosi ed elaborati, proprio come si richiede ad una storica Tenuta, che fa della propria passione un vero e proprio mestiere, oltre che un’arte. Infatti, dopo un accurato lavoro, esclusivamente manuale delle vigne, potature, sfemminellature, diradamenti, de-fogliature, ecc, all’arrivo delle uve in cantina, viene eseguita una selezione manuale dei singoli acini allo scopo di avere nei tini l’eccellenza delle uve raccolte. Si predilige la fermentazione a tini scoperti e una spremitura accurata per ottenere il massimo aroma dell'uva. Nascono così il Chianti Vigna di Pallino, denominazione storica interpretata senza l’uso del legno, il Crognolo, Sangiovese in prevalenza affinato in barrique, l’Oreno, il vino culto dell’azienda, dal carattere forte, ricchissimo in struttura e impreziosito dalle nuance del rovere nuovo, frutto di un blend ben combinato di Merlot, Cabernet Sauvignon e Petit Verdot.
Oreno 2003
Oreno, che porta il nome del torrente che attraversa la Tenuta Sette Ponti e della località dove si trova la fattoria, è il vino culto dell’azienda. Frutto di un blend tra la struttura del Merlot e la classe del Cabernet Sauvignon, unite all’eleganza del Petit Verdot, esprime al meglio le potenzialità del territorio e la stessa idea di vino della famiglia Moretti.
Da uve sangiovese e merlot per il 35% ciascuno e cabernet sauvignon per il 30%. Annata torrida e siccitosa, ma versione sorprendente di Oreno, che forse non è il quinto vino al mondo, ma è di certo uno dei migliori esemplari della sua annata. Di colore granato intenso e vivo. Vaniglia, amarena e note affumicate al naso, con sentori anche di pesca gialla. Sapore pieno, grintoso, con tannini meno verdi del previsto, anche se un po’ ruvidi. Chiusura lunga e calda, da grande rosso mediterraneo.
DenominazioneI.G.T.
Zona di produzioneToscana centrale
VitigniMerlot, Cabernet Sauvignon e Petit Verdot
Gradazione Alcoolica: 14%
EsposizioneSud
Data di impianto dei vigneti1935 - 1997
Altitudine230 - 250 metri s.l.m.
Sistema di allevamento: Cordone speronato
Numero di ceppi per ha6.666
Caratteristiche del terrenoCalcareo, argilloso, ricco di scheletro
Produzione per ha45 quintali
VinificazioneFermentazione a temperatura controllata per circa 25 giorni seguita da macerazione
MaturazioneIn barriques francesi
Affinamento in bottiglia12 mesi
Caratteristiche:
Di colore rubino cupo con decise sfumature violacee, esprime al naso incredibili sensazioni di pienezza e complessità con note di piccoli frutti rossi maturi che rincorrono sensazioni di cioccolato e lampi balsamici. Oreno è un vino avvolgente, ricchissimo di struttura ma decisamente dinamico, impreziosito dalle nuances di rovere nuovo e di interminabile lunghezza
Temperatura di servizio16°
AbbinamentiCarni pregiate, selvaggina nobile, carni rosse brasate
Riconoscimenti 2003:
95 pts - The Wine Spectator (5° in the World)
90 pts - The Wine Advocate

Tenuta Sette Ponti - Oreno Riserva 2003 LT.0,750

Tenuta Sette Ponti - Oreno Riserva 2003 LT.0,750

Non disponibile
55,00 € Aggiungi
 
 



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu