Ceretto - Bricco Asili 2004 Barbaresco Lt.0,750 - scheda - enoteca il battello ebbro

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ceretto - Bricco Asili 2004 Barbaresco Lt.0,750 - scheda

Vini-rossi > Piemonte
 
CERETTO - Bricco Asili 2004 Barbaresco Lt.0,750
CERETTO
Per tutti Ceretto è soprattutto sinonimo di straordinari vini rossi e pure bianchi, vigneti di proprietà, qualità, cantine dalle geometrie moderne, design, ma quando si va più a fondo si scoprono altri mondi dove la terra d'origine della famiglia, il Piemonte e, soprattutto, le colline di Langa e i suoi preziosi e rari prodotti sono protagonisti principali.
Nel DNA di famiglia è incisa la ricerca costante dell'eccellenza e questo ha fatto sì che negli ultimi 20 anni non ci fermassimo alla produzione enologica ma ampliassimo i nostri interessi verso altri prodotti locali come le nocciole, autenticamente langarole, e al vino affiancassimo attività come la produzione di torrone, la ristorazione di alta qualità, formaggi e, ancora, un'attività di importazione di selezionatissime cantine straniere. La nostra terra, le Langhe, ci ha aiutati perché qui la quotidianità si compone di piaceri del palato indimenticabili e rari. Noi ne siamo consapevoli e vorremmo portare attraverso i nostri prodotti questo messaggio in giro per il mondo per educare alla cultura del buon bere e del buon mangiare.
LA STORIA
"La terra, la terra, la terra, la terra e poi ancora la terra", scriveva Luigi Veronelli: questa è la stessa filosofia che la famiglia Ceretto ha sostenuto a partire dagli anni '60, quando Bruno e Marcello hanno affiancato il padre Riccardo nell'azienda fondata negli anni '30 ad Alba.
Selezionare le vigne nelle posizioni storicamente più valide era l'obiettivo dei due fratelli. Questa idea, derivata da un viaggio in Borgogna, avrebbe dato ragione alla famiglia Ceretto e portato le loro bottiglie nel gotha dell'enologia, rendendo il Barolo e il Barbaresco tra i vini più apprezzati al mondo. Una rivoluzione, all'epoca, per un territorio in cui il concetto di cru era totalmente sconosciuto, ma, soprattutto, una intuizione geniale. Una vera lotta, la loro, intrapresa col genitore, che le uve le comprava per poi vinificarle. "Incominciate un percorso difficile, la terra non ha mai creato ricchezze a nessuno" disse Riccardo, ma i testardi Bruno e Marcello non avevano dubbi "siamo per la terra al cento per cento, la cantina certo un poco conta, comunque i grandi vini si fanno con l'uva".
Iniziano quindi a sognare etichette che portino il nome del vigneto e su cui appaia anche la sua fotografia: "così chi beve quel vino ha sotto gli occhi la vigna da cui proviene. La vigna è storia, i nomi delle colline restano nel tempo, non mutano e questo rafforza la qualità e la credibilità dei vini qui prodotti. Una vigna la puoi cercare, visitare, toccare, sempre".
BRICCO ASILI
Barbaresco
Bricco Asili è un piccolo château, il primo esempio piemontese di cantina nel vigneto costruita nel 1973 dalla famiglia Ceretto e, ancora oggi, ai vertici della produzione di Barbaresco.
Il nome deriva dalla posizione del vigneto, il Bricco ovvero la cima della collina Asili nel villaggio di Barbaresco. L'azienda vinifica esclusivamente i 2 Barbaresco cru di famiglia: Bricco Asili in Barbaresco e Bernardot in Treiso.
BRICCO ASILI 2004 BARBARESCO
Comune: Barbaresco
Varietà: 100% Nebbiolo da selezione massale
Gradazione Alcoolica: 13,5%
Ettari: 1,2 in proprietà
Formazione geologica: Marne di Sant'Agata fossili
Altimetria: 260-290 metri
Capacità idrica massima: mm 285
Sabbia grossa %: 3,6
Sabbia fine %: 21
Limo grosso %: 8,9
Limo fine %: 36,5
Argilla %: 29,6
Fe meq/100 g.: 4,2
Mn meq/100 g.: 3,3
Cu meq/100 g.: 23,3
Zn meq/100 g.: 0,8
pH: 8,10
Porta innesto: 420A, K5BB, 161-49 (Berlandieri per Riparia)
Densità: 4.300 ceppi/Ha
Anno d'impianto: 1969
Primo anno di produzione: 1974
Bottiglie prodotte: 3.000
Vinificazione: la fermentazione, indotta da lieviti indigeni, avviene a cappello emerso in vasche d'acciaio e si esaurisce in 14/15 giorni. Il processo si conclude con una macerazione di 10/15 giorni. La temperatura segue l'andamento della fermentazione. La malolattica avviene entro l'inverno dopo la vendemmia, a cui segue l'affinamento in legno in botti dalla pezzatura media, e comunque non più grandi di 25 hl. I travasi sono ridotti al minimo.
Vino: bouquet etereo e complesso con sfumature di rosa selvatica, violetta e liquirizia. Sapore asciutto e carezzevole in bocca. Può già entusiasmare dopo un anno di bottiglia, ma le emozioni si amplieranno con il passare degli anni. Consigliamo di berlo tra i 3 e i 15 anni.
Formati: 750 ml, 1500 ml, 3000 ml, 5000 ml.
Note: il vigneto di Bricco Asili è stato impiantato nel 1970 su un appezzamento che da oltre trent'anni non ospitava colture, un riposo che ha inciso sulla longevità di invecchiamento di questo Barbaresco.
PUNTEGGI E RICONOSCIMENTI
94 punti - Wine Spectator
92 punti - The Wine Advocate
5 punti (grappoli) - Duemilavini A.I.S
15,5 punti (15,5/20) - I Vini d'Italia - Le guide de l'Espresso
2 punti (bicchieri) - Vini d'Italia - Gambero Rosso
3 punti* - I Vini di Veronelli

Ceretto - Bricco Asili 2004 Barbaresco Lt.0,750

Ceretto - Bricco Asili 2004 Barbaresco Lt.0,750

Disponibilità limitata
85,00 € Aggiungi
 
 



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu